Comunicato Enduro 3/17

Alla cortese attenzione degli Organizzatori del Campionato Regionale di Enduro ed Enduro Sprint.
Nel corso della riunione di settore Enduro avevamo auspicato l’individuazione di un supervisore delle gare, figura prevista anche nei campionati italiani (track inspector), che si affianca agli organizzatori ed al Direttore di Gara per verificare soprattutto i requisiti minimi del percorso e delle prove speciali.

Abbiamo il piacere di comunicarvi che l’amico Enzo Rio, componente della commissione enduro, ha dato la propria disponibilità per ricoprire questo importante incarico. Per chi non lo conoscesse, Enzo Rio ha maturato la propria esperienza di pilota ed organizzatore con il moto club Oliveto Citra e possiamo tranquillamente affermare che è la persona giusta per il ruolo (per questa stagione non parteciperà alle gare garantendo la terzietà rispetto alla conoscenza dei percorsi e delle PS) .

Con il fine di mantenere la parola e gli impegni presi con la richiesta Manifestazione nei confronti dei piloti e della Federazione, Vi invitiamo a collaborare a quattro mani con il supervisore presentando,  con  un ragionevole anticipo non inferiore alle quattro settimane dal Vostro evento, le seguenti aree:

  • Paddock
  • Segreteria di Gara
  • Percorso di massima
  • Prove Speciali (area enduro test e cross test)

Il supervisore riferirà alla commissione enduro e al DdG prescelto, l’esito del sopralluogo ed eventuali prescrizioni “prevenire è meglio che curare”. Riteniamo superfluo ricordare che il buonsenso, la passione che ci accomuna con il fine unico di divertirci, non devono essere confusi con atteggiamenti di presunzione, il nostro è uno sport di motori dove la superficialità si traduce in responsabilità per il DdG e per  la stessa Federazione, cattive interpretazioni del regolamento e la mancanza dei requisiti minimi  può portare a gravi conseguenze, rimandiamo la goliardia al dopo gara.
Si allega il link del Vademecum del buon organizzatore