II° prova Enduro…a Roccagloriosa come fosse un Mondiale!

Forse il titolo è un pò esagerato ma per chi c’era l’atmosfera è sembrata la stessa di una gara Mondiale, quella che ci prepariamo a vivere a fine maggio a Spoleto. Invece il sipario è calato sulla seconda prova del Campionato Regionale Campano Enduro FMI,valevole anche per la Basilicata,  con le sfide al cronometro andate in scena in quel del Cilento ed esattamente a Roccagloriosa (SA). Ad organizzare la giornata di gara il nuovo moto club Motorservice Off Road con la collaborazione del 100% Enduro Team e la concessionaria Motorservice Offroad (Husqvarna, TM), che hanno realizzato le due prove speciali previste per questa competizione. Prove generali forse, in vista di un’auspicata tappa 2018 del campionato italiano cosi come ci ha confermato il presidente del Comitato Regionale Massimo Gambini a fine gara ” I tempi sono maturi per riportare in Campania una tappa dell?Italiano, e le carte sono in regola per vederlo in terra cilentana”.
Un velocissimo Cross Test pianificato nel Quagliodromo di Roccagloriosa, che ogni anno si offre con la sua straordinaria bellezza per ospitare un nuovo e tecnico fettucciato. Successivamente un trasferimento di circa 30 km scorrevole ma impegnativo con percorsi attraverso boschi, pietraie e fiumi per poi finire nell’inedito Enduro Test, un percorso ottenuto nella sede della pista da cross di Motor Service, sapientemente realizzato sfruttando in parte i salti del circuito.ed arricchito da una sezione estrema con  ostacoli naturali composti da tronchi e pietraie, bypassabile con un doppia traiettoria per i meno preparati .

cortazzo enduro roccaL’area è stata presa d’assalto da tanti curiosi e appassionati che hanno goduto dello spettacolo messo in scena dai 123 piloti partenti che comprendevano 109 enduro e 14 enduro sprint. L’analisi finale della gara di Roccagloriosa premia a pieni voti l’organizzazione, nulla è stato lasciato al caso e ha molto impressionato l’elevato numero di persone che hanno composto lo staff organizzativo. Si è poi discusso molto nel paddock sull’alto tasso tecnico della gara giudicato da qualcuno eccessivo ma in fin dei conti si è trattato di una gara di enduro pura, in nessun modo rischiosa, ma solo esigente di una preparazione fisico-attitudinale adeguata. Lo dimostra il fatto che tutti i piloti da noi intervistati si sono mostrati pienamente soddisfatti e piacevolmente sorpresi dall’intensità della gara.

Con il cronometro gestito da Ultracross Timing passiamo alle cronache di gara che parlano dell’assoluta vinta da Damiano Lullo nella TC1. La Husqvarna FE 250 tabellata 33 stacca di 8 secondi Patrizio Plaitano vincitore della TCO. A 23 secondi c’è Tommaso Consales (secondo nella TCO) e a 55 secondi Ernesto Carmando, secondo sul podio della TC1 seguito da Alfonso Zoccola, mentre il podio della TCO è chiuso da Luigi Gaudio. Lullo è riuscito a staccare il miglior crono nella cross test con 5’14”564, mentre a Plaitano va il best lap nella enduro test con 6’13”281. Avvincente la sfida nella S1 dove Sergio Russo e Davide Dello Buono si contendono la vittoria fino alla fine. La spunterà Russo per appena 1 secondo con Stefano Di Guida terzo sul podio.

Sono 10 invece i secondi che dividono Mattia Cortazzo dall’ex crossista Francesco Imparato nella S2 e non molto lontano c’è anche Angelo Piscitiello, di certo una delle categorie più equilibrate di questo campionato. La S3 va a Fabio Pignata che torna sul gradino più alto del podio dopo un pò di tempo. Non c’è storia rispetto ai suoi avversari staccati di 1’30” che sono Valentino Della Calce e Mario Cafaro.

Nella M1 vince Giuseppe Martoccia su Vincenzo Leggiero al quale era andata la vittoria a Sant’Angelo, staccato di circa 2′ c’è Giuseppe Ciarleglio. In M2 c’è di nuovo l’affermazione di Carmelo Giuca che accumula un vantaggio di 35” su Lucianio D’Aniello e di 40” su Domenico Bottiglieri, mentre nella M3 si riconferma anche Massimo Magliano bravo a sfruttare l’occasione di vincere anche a Rocca mettendo alle spalle Antonio Tolla Di Bello e Stanislao Mingione.

Nella Veteran si assiste alla lotta tra Vittorio Cerra e Lorenzo Pascale, quest’ultimo soffre di più nella enduro test e lascia la vittoria per soli 5” a Cerra, mentre terzo chiuderà Giancarlo Donadio. La Junior invece va ad un efficace e rapido Paolo La Manna, Luigi Cerra è più veloce nelle prime 2 cross test ma alla fine pagherà uno svantaggio di 37”, terzo è Angelo Genovese. Nelle T1 e T3 ci sono le vittorie dei due lucani Nicola Positino e Vito Carleo rispettivamente su Carlo Fragola ed Elio Napoletano e su Giovanni Magliano e Francesco Pinelli, mentre la T2 va a Paolo Di Muro su Paolo Alfano e Salvatore Cellammare. Registriamo poi la presenza nella ZU di Marco Eufemia che si è ben distinto in entrambi le ps. Tra i 14 piloti della Enduro Sprint ha la meglio Ciro Tramontano, il giovane crossista napoletano ha la meglio per 46” su Gianmarco Fezza e Paolo Mancusi.

Nella classifiche a squadre si conferma al primo posto il Moto Club Salerno.

Ampia la copertura televisiva di STAR BIKERS sulla gara di Roccagloriosa. Si inizia con un servizio di sintesi di 6 minuti in onda da venerdì 31 marzo alle ore 19:20 su Canale 8 (anche in streaming tv per chi segue da altra regione) con le repliche a questo link. Successivamente su questo sito nella sezione CAMPANIA MOTO SPORT verrà pubblicata la clip tv di 30 minuti con il commento tecnico di Lello Vaccaro.

Scarica qui le Classifiche